29 Ottobre 2009

‘ndrangheta: le Fiamme Gialle di Reggio Calabria sequestrano beni per 20 milioni

20091029_082508_13D8307D

La Guardia di finanza ha sequestrato in tre regioni beni mobili ed immobili per 20 milioni di euro che appartenegono a un clan della 'ndrangheta e a uno della camorra. I sequestri, coordinati dalla Dda di Reggio Calabria, sono stati eseguiti in Calabria Lazio e Campania ed erano nella disposibilità del clan di 'Ndrangheta Cataldo Zucco di Locri e del clan di camorra Bianco. Beni mobili e immobili: quote societarie, appartamenti e ville, automobili, tutti acquistati, secondo gli investigatori, con i proventi del traffico internazionale di cocaina che interessava Paesi quali la Spagna, il Perù e la Francia, oltre che, naturalmente, l’Italia. Tutti intestati a prestanome facenti parte delle famiglie interessate: "Non sempre è facile accertare se i soggetti interessati siano affiliati o meno alle cosche - dice il Procuratore Aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri - quel che è certo, però, è che questo tipo di ricchezze vanno a discapito di chi invece svolge delle attività imprenditoriali in maniera onesta".