2 Novembre 2009

SOSTENIBILITA’: PAGLIAI (CRA), L’AGRICOLTURA PUO’ FARE MOLTO

Per la degradazione del suolo 'l'agricoltura può fare molto, basti pensare che negli ultimi 40 anni l'intensificazione
del settore primario ha prodotto una diminuzione del 30% della capacità di ritenzione idrica del suolo'.
E' quanto ha dichiarato Marcello Pagliai, direttore del Centro ricerca per l'agrobiologia e la petologia del Cra di Firenze intervenendo al  convegno
'Acqua e agricoltura sostenibile in programma a 'Zero  Emission Rome 2009'.

Pagliai ha spiegato che 'uno degli aspetti fondamentali di  questo fenomeno sono le piogge violente, sempre piu' frequenti, che  non entrano piu' nel
terreno ma formano la crosta superficiale facendo quindi scorrere le acque in superficie. C'è quindi questa mancanza di trattenuta dell'acqua insieme
alla diminuzione della sostanza organica che provoca lo scaldamento del suolo'.

Per Pagliai, quindi, 'l'agricoltura deve rivedere molte delle  pratiche come alternare le vecchie arature tradizionali con quelle  più compatibili
con l'ambiente, riutilizzare la sostanza organica  dove è possibile e cercare di migliorare la struttura e la qualità  del suolo. Purtroppo non è
facile perché nel suolo i processi  avvengono nel lungo termine. Adesso infatti -ha concluso Pagliai-  stiamo scontando anni di intensificazione
agricola'.