3 Novembre 2009

CittadinanzAttiva incontra D.G. Papardo-Piemonte: chieste assicurazioni anche alla Provincia

tdmNei giorni scorsi una delegazione di CittadinanzAttiva - Tribunale dei Diritti del Malato si è incontrata con il Direttore Generale dell’Azienda Ospedali Riuniti Papardo-Piemonte, dott. Caruso.

Dopo aver ricevuto assicurazione che gli ostacoli che avevano rallentano la realizzazione del Polo Oncologico di Eccellenza sarebbero stati rimossi, l’Associazione ha chiesto precise assicurazioni in ordine al potenziamento dell’Ospedale Piemonte che deve diventare, a tutti gli effetti, il Pronto Soccorso della Città, stante le difficoltà per raggiungere sia con il Policlinico Universitario che con il “Papardo”, Azienda Regionale di Riferimento per l’Emergenza di terzoI-FLAK-4grande livello.

A proposito di quest’ultima struttura ha sottolineato la necessità, in  attesa della realizzazione dell’Autostrada Granatari-Annunziata-Giostra, che l’Ente Provincia provveda, con tutta l’urgenza che il caso comporta, alla ristrutturazione della Panoramica, arteria estremamente pericolosa.

Andrea Cucinotta, coordinatore provinciale del Tribunale per i Diritti del Malato ha esposto alcune cittattindicazioni per cercare di risolvere le problematiche segnalate dai malati-utenti.

Per ridurre i tempi di attesa per le prestazioni specialistiche, formulare un efficace piano che coinvolga, oltre il “Papardo” ed il “Piemonte”, anche l’ASP; procedere all’organizzazione integrata degli Ambulatori specialistici dei due presidi; garantire la qualità del vitto unificando le Commissioni Vigilanza; in occasione del nuovo appalto prevedere condizioni che garantiscano il massimo di pulizia ed igiene, specie nelle corsie;  procedere alla rivisitazione/riqualificazione delle forniture dei presidi sanitari, specie per quanto riguarda la qualità degli stessi (secondo le aspettative di operatori ospedalieri e pazienti); attuare un efficace sistema di  prevenzione dei___img_pagina2_img1 rischi e delle infezioni ospedaliere; evitare la burocratizzazione dell’U.R.P., cui spetta intervenire concretamente su dirigenti e/o operatori sanitari, in caso di accertamento positivo dei disguidi segnalati dagli utenti.

Infine, dopo aver comunicato che il TDM verrà rappresentato dalla dott.ssa Erminia Grasso, ha invitato il Direttore Generale a sperimentare da subito le nuove forme di partecipazione dei cittadini, anticipando  il funzionamento dei Comitati Consultivi Aziendali, di cui è attesa, a giorni, l’emanazione del relativo Decreto Assessoriale.

Le parti hanno convenuto che si incontreranno nuovamente dopo che l’Assessorato Regionale avrà indicato all’Azienda gli obiettivi da raggiungere.

Ulteriori informazioni presso:

Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanza Attiva

Sede operativa - via della Zecca 81 – tel e fax 090/671420

Cap 98122 - Messina