5 Novembre 2009

INFLUENZA A: FAZIO, RISCHI SOLO SE IL VIRUS MUTA

Tratta da: www.lasanita.it

"Se il virus muta o se si combina con quello della viaria, allora la mortalita' crescera'. Per questo il virus H1N1 va bloccato entro il 2010". A dirlo a Napoli, incontrando i giornalisti, e' il viceministro per la Salute Ferruccio Fazio che ribadisce piu' volte la necessita' di vaccinarsi. "Bisogna fare la campagna di vaccinazione per evitare guai peggiori - dice - questa e' una influenza che fa pochi morti. Dopo la Campania interessera' tutte le altre regioni. Il problema sara' se il virus mutera'". Entro la prima settimana di dicembre, ha annunciato il viceministro, "contiamo di avere i vaccini sufficienti per vaccinare il 90% dei pazienti affetti da gravi patologie". "Il ministero - precisa - stima in sette milioni i pazienti affetti da gravi patologie".

Quanto alla situazione di Napoli, col boom di casi di contagio, Fazio tranquillizza: "Napoli e' ampiamente attrezzata per affrontare questa emergenza". "L'influenza si dimostra non grave da un punto di vista sintomatico - aggiunge - nelle ultime settimane la mortalita' complessiva e' del 14 per mille; nella Campania i decessi sono stati 10, pari allo 0,005 per cento molto al di sotto dell'influenza stagionale. La vaccinazione deve cominciare subito, bisogna fare presto".

Quanto alla distribuzione dei vaccini, dice Fazio, "e' gia' alla terza ondata. Contiamo di completarla entro i primi di dicembre ed entro quella data di vaccinare almeno la gran parte dei malati con patologie a rischio. Il vaccino e' sicuro; possono esserci effetti collaterali topici come per altri vaccini influenzali, ma questi effetti sono monitorati dall'Aifa". Autopsia per tutti i pazienti deceduti dopo il contagio?, domandano i cronisti. "Decideranno le autorita' regionali", e' la risposta del viceministro. (Agi)