10 Novembre 2009

Mafia, Palermo: CC del Ros sequestrano beni per 15 milioni di euro

I carabinieri del Ros hanno sequestrato beni costituiti immobili, terreni ed esercizi commerciali a Palermo per 15 milioni di euro.

Il provvedimento, scaturito dall'indagine Rebus, costituisce la prosecuzione dell'azione investigativa su Cosa Nostra palermitana.

Il patrimonio illecito, occultato attraverso una fitta rete di prestanome era originariamente riconducibile ad defunti Francesco Madonia e Francesco Di Trapani, capo e reggente del mandamento mafioso di Resuttana.

(Ansa, 10 novembre)