11 Novembre 2009

Di Pietro: Dire chi non fa il ‘drug test’. No al ddl su ‘processi brevi’

dipietro005

'E' bene che i cittadini sappiano -afferma Di Pietro- se tra i loro rappresentanti in Parlamento ci siano persone che facciano uso di droghe'. 'Per questo -aggiunge il presidente dell'Italia dei Valori- chiedo che siano resi noti i nomi dei parlamentari che non si sono voluti sottoporre al test così come i risultati degli esami stessi. Chi ricopre degli incarichi politico-istituzionali, ed è chiamato a prendere decisioni nell'interesse della collettività, dovrebbe dare il buon esempio'.

Di Pietro si é anche espresso il merito al Ddl su 'processi brevi' dell'attuale governo in questo senso: 'Un atto criminale che solo questo Parlamento puo' pensare di emanare'. 'Se non si risolvono i problemi strutturali' - ha aggiunto il leader dell'Idv - 'che impediscono ai giudici di finire i processi in tempi brevi, di fatto con questa proposta tutti rimarranno incensurati, giacchè nessun processo si potrà concludere nei tempi previsti. Le norme proposte trasformeranno in incensurato anche chi non merita di essere considerato tale'. (ANSA)