11 Novembre 2009

Francia, Adozione coppia lesbica: sentenza “vittoria storica”

Bandiera_Francia"Una vittoria che spero sia storica, per noi e per tutte le persone che sono nella nostra situazione e che desiderano adottare dei bambini": la situazione alla quale allude Emanuelle B., dopo la sentenza del tribunale amministrativo di Besancon, è quella di essere omosessuale e la vittoria è la sentenza - dopo undici anni di cause legali - che consente a lei e alla compagna di adottare un bambino.

Il Consiglio generale del Dipartimento del Giura - che per due volte aveva rifiutato il proprio consenso nonostante la condanna della Corte Europea per i Diritti dell'Uomo per "discriminazione sessuale", che il Tar ha invece ritenuto decisiva - ha annunciato di non voler presentare appello.

"Spero che questa decisione chiuda il dibattito sulla possibile adozione da parte di una persona non sposata e che sia omosessuale: è una vittoria del diritto contro una decisione del Consiglio generale che era stata politica e soprattutto omofoba", ha concluso la legale della donna, Caroline Mecary.

Critica la reazione del governo conservatore: il portavoce dell'esecutivo, Luc Chatel, ha ricordato come "in più occasioni il governo e lo stesso Presidente della Repubblica" Nicolas Sarkozy abbiano dichiarato la propria contrarietà all'adozione da parte di coppie omosessuali: "Questa mattina è stata emessa una sentenza di cui prendiamo atto e che deve sostenere la nostra riflessione su tale materia", ha concluso il portavoce precisando che il Parlamento sta valutando la possibilità di preparare un apposito progetto di legge. (Apcom)