11 Novembre 2009

Sicilia, Lombardo resta senza maggioranza

PALERMO - L'Assemblea regionale siciliana boccia il Dpef del governo siciliano. Si consuma, dunque, un'altra fragorosa frattura nel centrodestra. L'assemblea, infatti, con 28 voti a favore e 41 contrari, ha detto no all'ordine del giorno del Mpa e del Gruppo Sicilia - che raccoglie i ribelli vicini a Gianfranco Miccichè e gli ex finiani - che si esprimeva a favore del Documento di programmazione economica e finanziaria del governo Lombardo. Gli altri tre ordini del giorno, quelli del Pdl, del Pd e dell'Udc, erano contrari al documento di programmazione economica e finanziaria. Tanto che il capogruppo dell'Udc Mimmo Maira e quello del Pdl Innocenzo Leontini si sono dichiarati a favore di quello del Partito democratico.