11 Novembre 2009

Stefano Cucchi sarebbe stato picchiato mentre era detenuto

b86b9ec5a5e5e75036aa5b823d16f7f6Stefano Cucchi sarebbe stato picchiato da 2 agenti di polizia penitenziaria mentre era nella cella del palazzo di Giustizia di Roma. Cucchi era in attesa del processo per direttissima. Secondo alcuni quotidiani, il testimone è un immigrato clandestino di 31 anni, arrestato il 15 ottobre per stupefacenti. Il testimone il 3 novembre aveva raccontato al pm Vincenzo Barba il pestaggio di Cucchi. Secondo l'immigrato, Cucchi fu colpito con manrovesci dagli agenti che poi lo presero a calci.

Vogliamo 'verita' e giustizia': questo il legittimo appello dei familiari di Stefano Cucchi, il ragazzo morto in ospedale 6 giorni dopo il suo arresto. Un corteo era stato organizzato nei giorni scorsi da alcuni centri sociali di Roma. I manifestanti, diverse centina, avevano attraversato le vie del quartiere romano di Tor Pignattara, fino ad arrivare sotto casa Cucchi. 'E' stato ucciso dallo Stato, e' l'ennesima vittima della stagione della repressione italiana', veniva urlato al megafono durante la protesta. "Stefano Cucchi, non si può morire così. Basta vite spezzate dalla violenza dello stato", questo lo striscione di apertura della manifestazione. Numerosi gli slogan gridati contro le forze dell'ordine ma anche i genitori di Cucchi, dopo averli ringraziati per la partecipazione, hanno invitato i manifestanti alla calma. (Fonti: Ansa ed Apcom)