11 Novembre 2009

Vertice in Prefettura col capo della Protezione civile. Il sindaco: «Abbiamo fatto il punto della situazione

«Non ho mai fatto polemiche con nessuno – ha chiarito Bertolaso appena giunto in prefettura, prima dell’inizio del vertice, relativamente alla polemica sull’abusivismo - ho solo constatato alcune realtà e alcune situazioni. Non parlavo solo di Giampilieri Superiore, ma di tutto il territorio interessato da questo dramma. Mi pare che non si possa escludere che alcune delle affermazioni che ho fatto corrispondano alla realtà».

Il sindaco ha fatto un resoconto dettagliato aggiornando Bertolaso sullo stato dell’arte, ma ha anche elencato le esigenze alle quali dovrà far fronte la nuova ordinanza ministeriale: «Ci vogliono interventi anche per gli esercenti, i lavoratori e coloro i quali non possono svolgere le proprie attività produttive: pensiamo ad un contributo di mille euro più un trecentosessantacinquesimo del reddito annuo al giorno». Dal report sui lavori si deduce che «l’80 per cento delle abitazioni sono state sgomberate da fango e detriti, mentre i danni, su 1000 casi già esaminati, si contano per circa 30 milioni di euro». E a proposito di cifre, Buzzanca azzarda un primo bilancio: «Per ripristinare la quotidianità, che è quella che ci chiede la gente, ci vogliono almeno 7-800 milioni di euro», anche se Cocina parla di 550 milioni, che sarà poi la richiesta da inoltrare a Bruxelles. Sulle cifre necessarie Cocina specifica che è stato stimato in 40 milioni il costo totale di personale, straordinari, interventi urgenti, rimozione della terra e assistenza alla popolazione, comprendendo dunque anche gli alberghi. bertol«E’ stato stilato un cronoprogramma - ha precisato Buzzanca – secondo il quale ci vorranno 45 giorni per avere le analisi e l’avvio della fase progettuale sulla messa in sicurezza».