13 Novembre 2009

“Due giorni” biblica

di Marco Olivieri

Continua a Messina la II edizione di una “Due giorni” biblica dedicata al tema “In Te saranno benedette tutte le famiglie della Terra” (Gen. 12,3). “La Bibbia sulle strade dell’uomo – Riflessioni comunitarie sulla ‘Parola’ e le esperienze dell’oggi”.  L'iniziativa è in programma, presso l'aula “Salvatore Pugliatti” della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina, sabato 14 novembre, dalle 9.30 e dalle 15.30.

Sono otto le realtà organizzatrici, tra associazioni e gruppi: Nuovi Orizzonti, Associazione Ecumenica Sae (Segretariato Attività Ecumeniche) di Messina, Azione Cattolica, Parrocchia di San Luca, Cattedra di Filosofia Teoretica (Università di Messina), Comunità di S. Egidio, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale, Terra e Cielo. Otto realtà che insistono sull'importanza di una riflessione non riservata solo agli studiosi ma estesa a tutta la cittadinanza e alla società civile, in un territorio segnato da una crisi profonda e in un'epoca in cui si alimentano gli scontri di civiltà.

“Il cattolicesimo, sin dal suo significato etimologico, ha una valenza universale. La fede non deve essere trasformata in una religione settaria. Così affrontiamo il tema della Parola di Dio nelle problematiche di oggi, al riparo da steccati fra religioni e appartenenze”, sottolineano gli organizzatori.

Per la seconda edizione si è scelto come tema centrale quello della figura biblica di Abramo in cui si riconoscono le tre cosiddette “religioni del Libro”, ebraismo, cristianesimo ed islam. “Come uomini e donne che si pongono in ricerca e come credenti vogliamo riflettere su come essere a favore dell’inclusione e non dell’esclusione, ad esempio nei confronti dei migranti e di chi abita nelle periferie. Su come possiamo rendere visibile la scelta che ci impone la promessa ad Abramo, la scelta contro chi agita la paura dell’altro e alimenta gli egoismi e le chiusure individualistiche, familistiche, corporative, identitarie”, hanno sottolineato i promotori dell’iniziativa, riprendendo i temi espressi in un documento. L’obiettivo è dare il proprio contributo “per una Chiesa più aperta e per una società più umana”, mentre “la voce della Chiesa in chiave ecumenica, e in difesa dei migranti respinti e di tutti gli oppressi, spesso stenta ad affermarsi con forza”.

Il programma

Si continua sabato 14 novembre, dalle ore 9.30, sulla II sessione dal titolo “Le testimonianze”. Introduce i lavori e modera la professoressa Antonietta Mondello Signorino. Intervengono Karim Hannachi (Università di Palermo) sul tema “Islàm e Occidente: dialogo possibile o scontro inevitabile?”; don Pippo Gliozzo su “La presenza di diversi e di diversità in una parrocchia urbana”; il pastore valdese Jens Hansen su “Un percorso di dialogo con non credenti e cristiani”; la giornalista di Radio 3 Gabriella Caramore su “I figli del Dio vivente: fratelli o nemici?”. Subito dopo sono previsti due interventi programmati: padre Ettore Sentimentale sull’esperienza di matrimoni misti nella Comunità parrocchiale S. Luca di Messina e Alessia Pesaresi (Comunità di Sant’Egidio) sul tema “Educare alla pace in un clima di tensioni”. Le conclusioni sono affidate al professore Carmelo Labate, presidente del S.A.E. - Segretariato Attività Ecumeniche di Messina.

La “due giorni” si conclude sabato 14 novembre, dalle 15.30, con la presentazione di una bozza di documento conclusivo e modera i lavori Antonino Mantineo, docente dell’Università di Catanzaro. La comunicazione dei gruppi di studio è poi affidata ad Antonio Amato (associazioni “Nuovi Orizzonti” e “Terra e Cielo”) sull’argomento “In nome di Dio, inclusione o emarginazione?” e a Pippo Lipari (Azione Cattolica, Parrocchia San Luca) su “Il laicato cattolico di fronte alla società liquida”. Seguiranno la relazione del cattolico ebraista Piero Stefani su “Abramo, il popolo ebraico e gli altri popoli della terra” e l’approvazione del documento conclusivo. Le conclusioni e le prospettive della “Due giorni” sono poi affidate all’analisi di Caterina Resta, ordinario di Filosofia teoretica (Università di Messina).

Per informazioni occorre contattare la segreteria organizzativa: Professoressa Antonietta Mondello Signorino, associazione “Nuovi Orizzonti”, tel. 090/52168,  e-mail mondello.antonia@tiscali.it.