16 Novembre 2009

la Parrocchia Ganzirri si impone

Sette giorni dopo aver sbancato il PalaJonio di Augusta, le rivierasche ottengono il primo successo Martina_Penzavallicasalingo vincendo per 3 a 2 sull’ Universal Misterbianco. In rete, con una doppietta, la rientrante Penzavalli e Alessia Solano con uno spettacolare gol.

Vince la squadra della Parrocchia di Ganzirri che, dopo un avvio di stagione incerto, si impone sulla capolista Universal Misterbianco con il risultato di 3 a 2. Palpitante il match andato in scena al PalaNebiolo, infatti dopo appena 10’ minuti dal fischio di inizio, le ragazze dei laghi si trovano già in vantaggio di due reti siglate da Martina Penzavalli; nel primo caso si è trattato di un’azione solitaria, mentre nella seconda rete l’esterna ha finalizzato una spettacolare triangolazione messa in atto dalle compagne Cettina Vita e Ivana Cernuto. Notevole la reazione delle etnee che accorciano le distanze al 21’ su calcio di rigore. Numerose le occasioni da rete per entrambe le compagini, ma ad evitare altri gol ci hanno pensato gli ottimi estremi difensori. All’avvio del secondo tempo pochi minuti sono bastati al Misterbianco a pareggiare i conti, infatti al 33’ minuto la retroguardia rivierasca si è lasciata sorprendere. Fra il 45’ e il 50’ le padrone di casa accelerano il ritmo portandosi nuovamente in vantaggio grazie ad una prodezza di Alessia Solano, brava ad arpionare al volo un pallone apparso oltre la linea di fondo e successivamente calciato alle spalle del portiere avversario. Queste le parole dell’esterna Martina Penzavalli: “Abbiamo giocato una buona gara, anche se ancora non riusciamo a rimanere concentrate per l’intera partita. Sono felice per le reti realizzate e, soprattutto, perché con questa seconda vittoria potremo pensare con più serenità al prosieguo del campionato”.

Domenica prossima, alle ore 16.00 presso il Palazzetto dello Sport “Primo Nebiolo” di Conca D’Oro - Annunziata, la squadra dei laghi recupererà il match contro lo Sportland 2000, imbattuta compagine  augustana.