17 Novembre 2009

Berlusconi: lo specchio dell’italiano medio

di Fabrizio Vinci

Se il Cavaliere è lo specchio dell’italiano medio, come afferma il giornalista Severgnini in un suo recente articolo sul Times “An Italian Mirror”, ecco l’esempio che trasmettiamo ai posteri: la giustizia è sindacabile, ed è possibile sfuggirgli attraverso l’uso di leggi fotografia. Dunque l'ideale dell'italiano medio sarebbe quello di costruirsi una villa-harem preferibilmente in Sardegna, dove ospitare e sollazzare i nostri amici più influenti. Le più docili componenti dell’harem potranno far carriera prima nelle nostre reti televisive, per poi essere lanciate in politica.

Ci troviamo davanti ad un degrado ideologico e culturale che stà assorbendo una buona percentuale della popolazione; quella porzione di italiani convinta che le foto pubblicate su “El Pais” siano un fotomontaggio, o una manovra occulta della sinistra.

Quando ci renderemo conto della gravità della situazione probabilmente sarà troppo tardi: la decadenza dei costumi avrà preso il sopravvento sul nostro intelletto.