RIFONDAZIONE: LE IDEE DI PEPPINO NON MORIRANNO MAI

Dichiarazione di Giovanni Russo Spena, responsabile Istituzioni-Democrazia di Rifondazione Comunista e autore della relazione della Commissione parlamentare antimafia sul depistaggio delle indagini sull’assassinio mafioso di Peppino Impastato:

"Abbiamo imparato da Peppino Impastato, la cui figura, pensiero ed opere riteniamo di grande modernità ed insegnamento ancora oggi, che l’antimafia non è apparato retorico di sindaci in fasce tricolori o di politici che parlano di mafia solo nei comizi della domenica, ma “antimafia sociale”. Peppino ne è stato precursore ed attore, capace di costruire un nesso tra lotte studentesche, contadine, operaie. Fu ambientalista serio. Costruì spazi culturali e luoghi di socializzazione. Con “Radio Aut” osò praticare il sarcasmo per smantellare la sacralità del capomafia, per intaccare il suo comando sul territorio. Una vera ed efficace critica del potere mafioso.

Peppino fu ucciso perché la mafia si accorse che a Cinisi tutte le forze politiche, (dal MSI, alla DC, al PCI), lo consideravano un impaccio per la concordia del sistema di relazioni mafiose in cui erano coinvolte. Carabinieri e settori della magistratura “depistarono”, facendolo passare per un “suicida” o un “terrorista” saltato sulla bomba che stava depositando sui binari ferroviari. Alle sue esequie, nel 1978, giurammo che avremmo dimostrato la verità sull’uccisione per mano di mafia. Ci si è riusciti 21 anni dopo. Le ragazze e i giovani che oggi, tra mille difficoltà e repressione, praticano conflitto e mutualismo, spesso hanno Peppino nella mente e nel cuore, come militante comunista che lottò “per un altro mondo possibile”. Nella ricorrenza pochi giorni fa del quarantennale dell'assassinio di Pio La Torre rivendichiamo il ruolo dei comunisti nella lotta contro la mafia".

Dichiarazione di Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista:

"Oggi noi di Rifondazione Comunista siamo a Cinisi al corteo come ogni 9 maggio, domani alle 17 faremo una diretta sulla pagina facebook e il canale you tube del partito con Giovanni e Luisa Impastato per ricordare Peppino, il suo esempio e la sua lezione di militante comunista antimafia".

CON PEPPINO PER L'ANTIMAFIA SOCIALE, martedì 10 maggio, ore 17, diretta su pagina facebook del Partito della Rifondazione Comunista,
interverrano Giovanni e Luisa Impastato, il segretario nazionale di Rifondazione Maurizio Acerbo, la scrittrice Mari Albanese autrice del libro "Io, Felicia" dedicato alla madre di Peppino, Luigi de Magistris ex- magistrato e ex-sindaco di Napoli, Giovanni Russo Spena relatore nella commissione antimafia sul caso Impastato e all'epoca dell'omicidio dirigente di Democrazia Proletaria.