Omaggio a Nino Recupero tra storia, politica e editoria

A 20 anni dalla scomparsa

Omaggio a Nino Recupero tra storia, politica e editoria

Venerdì 15 dicembre alle 9, nell'aula magna di Palazzo Pedagaggi, si svolge un convegno di studi dal titolo “Omaggio a Nino Recupero tra storia, politica e editoria. A 20 anni dalla scomparsa”, organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e dal Dottorato di Ricerca in Scienze Politiche dell’Università di Catania in onore dello storico e intellettuale catanese, scomparso il 3 novembre 2003.

Formatosi alla scuola di Giuseppe Giarrizzo, dopo un lungo soggiorno di ricerca ad Oxford, entra nei ruoli universitari nel 1967. Ha insegnato Storia Moderna a Catania e Storia Contemporanea a Messina nel 1991 si era trasferito all’Università di Trieste e dal 1995 all’Università di Milano.

Recupero ha vissuto da protagonista la stagione di vivacità intellettuale che visse il capoluogo etneo tra gli anni Sessanta e Settanta, a partire dall’esperienza del Centro Universitario Cinematografico (CUC) e della rivista “Giovane Critica”.

L’editoria ha rappresentato un punto centrale della sua biografia intellettuale.

Collaborò a vario titolo con Pellicanolibri e Maimone (Catania), Mesogea (Messina), Selene (Milano) ed è stato presidente della cooperativa editoriale Gelka di Palermo.

Studioso versatile, si occupò particolarmente di storia inglese dell’età moderna di cui si ricordano La rivoluzione inglese in Inghilterra (1640-1660). Problemi di storia, Milano 1971; Bellum disciplinare. Il clero puritano nella Londra del Lungo Parlamento, Catania 1983; Storia, provvidenza, utopia: forme ideologiche nel Seicento inglese, Catania 1993; Oliver Cromwell e la rivoluzione inglese, Milano 1998; Alter et idem. Le invenzioni del parlamento inglese tra Sei e Ottocento, Milano 2003; raccolto, curato e tradotto gli scritti di Gerrard Winstanley, La terra a chi la lavora, Firenze 1974 e di Richard H. Tawney, Storia economica, storia sociale. Saggi 1933-1960, Palermo 1992.

Alla sua città, Catania, e alla Sicilia tra età moderna e contemporanea aveva dedicato numerosi studi, tra cui La Sicilia all’opposizione (1848-1874), in Storia delle regioni italiane: La Sicilia, Torino 1987; Catania, tra nostalgia sottile e vitalità irrefrenabile (Messina, 2005 – postumo a cura di Salvo Torre).

Partecipano: Tino Vittorio, Giovanna Fiume, Angelo Granata, Peppino Restifo, Andrea Giuseppe Cerra, Leonardo Recupero, Antonio Di Grado, Daniele Pompejano, Alfio Signorelli, Lea D'Antone. Intervengono: Felice Rappazzo, Luciano Granozzi, Antonio Pioletti, Citto Saija, Francesco Giuffrida, Gianni Famoso, Angelo Morales, Nino De Cristofaro, Domenico Pernice, Renato Ramistella, Katia Pastura.