LA POTENZA DI VERDI PER UN “RISVEGLIO” DEI TEATRI DEL SUD

Il Rigoletto inaugura il Circuito Lirico del Sud che parte dal Teatro "Garibaldi" di Modica

Inizia, con uno dei titoli operistici più amati, un anno in musica firmato Coro Lirico Siciliano che avvia, per la prima volta, un vero e proprio "Circuito Lirico del Sud" in un'ottica di puro decentramento culturale per restituire all'opera lirica la sua vera "missione": forma di spettacolo più completa e per il pubblico più eterogeneo.

Parte dal Teatro "Garibaldi" di Modica, il prossimo 29 Gennaio alle 17.30, il nuovo allestimento di "RIGOLETTO" di G. Verdi che vedrà schierati il Coro Lirico Siciliano e l'Orchestra Filarmonica della Calabria sotto la bacchetta di Lorenzo Tazzieri; il coro è diretto da Francesco Costa, direttore stabile della compagine vocale.

Il principale Teatro della “Perla degli Iblei”, diretto da Tonino Cannata, ospiterà il nuovo progetto artistico promosso dall'ente lirico siciliano che si avvale della regia innovativa, ma sempre rispettosa del dettame tradizionale, di Salvo Dolce; il melodramma verdiano, su libretto di Francesco Maria Piave tratto da “Le roi s’amuse” di Victor Hugo, vanta un cast artistico di indiscusso valore: nel ruolo eponimo il baritono Francesco Verna, mentre Maria Francesca Mazzara vestirà i panni dell'innocente e ingenua Gilda, Antonino Interisano il Duca di Mantova, Francesco Ellera D'Artegna il sanguinario e spietato Sparafucile e Licia Toscano la passionale Maddalena; ricco il parterre del comprimariato: Alberto Munafò Siragusa, Marullo; Chang Hui Han, Matteo Borsa; Riccardo Bosco, Conte di Monterone; Antonella Leotta nel doppio ruolo di Giovanna e del Paggio; Angelo De Matteis, Conte di Ceprano; Tiziana Fiorito, Contessa di Ceprano.

L'opera del “Cigno di Busseto”, nel nuovo allestimento del Festival Lirico dei Teatri di Pietra e del Circuito Lirico del Sud, sarà arricchita dai costumi di Fabrizio Buttiglieri, dai movimenti danzanti del “Balletto di Sicilia” con Pietro Gorgone coreografo, mentre il trucco e le acconciature saranno curate da Alfredo Danese.

Un ulteriore traguardo e un'ulteriore sfida per il Coro Lirico Siciliano le cui programmazioni continuano ad affermarsi come le stagioni musicali e artistiche di riferimento del meridione donando bellezza e armonia in una terra che è sempre più "Terra degli Dei" e per un vero e proprio "Risveglio" delle arti, della storia e della cultura più intima attraverso la valorizzazione di siti di impareggiabile bellezza con la grande tradizione operistica.