PONTI, NON MURI

Jacopo Robusti Tintoretto Adorazione dei pastori

Ponti, non muri tra la testa e il cuore
perché non ci sia un amore senza pensiero
e un pensiero senza amore

Ponti, non muri tra giovani e vecchi
perché non ci sia un futuro senza memoria
e una memoria senza futuro

Ponti, non muri tra religioni diverse
perché non esista violenza in nome di Dio
e la terra trovi il suo cuore pensante

Ponti, non muri tra Chiesa e mondo
perché non ci sia una chiesa fuori dal mondo,
chiusa nelle sue paure, e un mondo senza gioia

Ponti, non muri tra politica ed economia
perché ci sia una politica bella
e una economia che guardi dalla parte dei poveri

Ponti, non muri tra scuola e lavoro
perché la cultura sia il pane quotidiano
il linguaggio della non esclusione

Ponti, non muri tra educazione e libertà
perché educare sia liberare
dalla dipendenza e dalla rassegnazione

Ponti, non muri tra confine e confine
perché il mondo sia la casa di tutti
e le porte siano aperte al vento

Ponti, non muri tra mare e mare, tra oceano e oceano
perché donne e bambini non sprofondino nell’abisso
ma danzino il girotondo della vita

Ponti, non muri tra Natale e Pasqua
perché tutti possano ri-nascere e risorgere ogni giorno

Ponti, non muri tra Dio e le persone
perché tutti possano gustare l’abbraccio della tenerezza di Dio

Ponti solo ponti tra sguardo e sguardo, tra città e città
Ponti solo ponti
un grande arcobaleno che congiunge terra e cielo
perché non ci può essere allegria nel cielo
se non c’è amore sulla terra

 

Auguri!