Arrivano 17 milioni di euro in Sicilia per palestre scolastiche e strutture sportive

Arrivano 17 milioni di euro in Sicilia per palestre scolastiche e strutture sportive

“Arrivano oltre 17 milioni di euro per le palestre scolastiche e strutture sportive siciliane. Il lavoro messo in campo del M5S ha dato i suoi concreti frutti, in tantissime scuole dell'Isola si comincia finalmente a voltare pagina”.
Lo afferma la sottosegretaria al ministero dell'Istruzione e candidata per il M5S alle primarie per il campo progressista Barbara Floridia, che annuncia la pubblicazione della graduatoria relativa ai finanziamenti per la Sicilia dal piano nazionale PNRR per la costruzione di nuove costruzioni e l’efficientamento di quelli esistenti. La graduatoria è relativa ai Comuni ed ex province regionali ammessi al bando 'Futura, la scuola per l’Italia di domani', emesso dal Ministero dell’Istruzione che prevedeva la presentazione di proposte per la messa in sicurezza e/o realizzazione di palestre scolastiche, da finanziare nell’ambito del PNNR.
“C’è chi lavora - dice Floridia - e chi chiacchiera. Questo è l’ennesimo finanziamento plurimilionario che abbiamo garantito alla Sicilia e grazie al quale partiranno cantieri e strutture finalmente agibili e funzionanti per le giovani generazioni, per le scuole, un settore strategico per il futuro della nostra Regione e, mi si consenta, per l’intero Paese. Mentre c'è chi è impegnato a filosofeggiare, io da insegnante prima e da esponente di governo poi, sento forte la responsabilità di portare soluzioni concrete, soldi e cantieri. Questo ennesimo finanziamento ne è la palese dimostrazione”.
Nello specifico, circa 12 milioni e 700 mila euro sono in arrivo per le strutture sportive di competenza comunale mentre 4 e 450 mila sono quelli programmati dalle ex province, ovvero Città Metropolitane e Consorzi Comunali.
Il bando emesso ha quindi l’obiettivo di aumentare la disponibilità di palestre, impianti sportivi anche all’aperto, costruendo, mettendo in sicurezza o ristrutturando palestre o aree sportive all’aperto da utilizzare come palestre per le scuole di primo e secondo ciclo di istruzione. Il piano nazionale di ripresa e resilienza si pone tra i suoi obiettivi principali anche quello del potenziamento dello sport a scuola con la costruzione di nuove palestre, la ristrutturazione di quelle esistenti e l’acquisto di attrezzature adeguate. Ciò servirà sia ad ampliare l’offerta didattica complessiva sia ad aumentare la diffusione delle strutture sportive nel territorio.