IL LATO OSCURO DELLA LUNA

 

Sostine Cannata "Sorrisi" - inchiostro su carta, cm 30 x 20

di Nino Gussio - 

Amare l'altra faccia della luna senza averla conosciuta è amore vero e profondo.

Si inizia ad amare la persona per quello che percepisci per quello di cui hai chiara consapevolezza. L'amore diventa totalizzante se si ama la parte ignota, quella che misteriosamente forma la persona amata e che scaturisce dal mistero dell'essere.

Non si amano le opacità dei corpi ma la loro luminosità, l'evolversi nell'incompiuta pienezza dell'essere.

Il non amare ci degrada e il poco amore ci consente la sola sopravvivenza.

La religiosità è nelle cose, nel quotidiano, la fede, emanazione dell'amore, ci lega all'inconoscibile, eternità creativa per la quale possiamo concordare con Spinoza che l'universo in cui siamo è il migliore possibile. Giunge alla perfezione attraverso l'eterno divenire e il male non è una barriera insormontabile e nemmeno la morte.