Allerta in rete della Polizia Postale per una nuova campagna di phishing ai danni dei titolari di conti correnti bancari

Allerta in rete della Polizia Postale per una nuova campagna di phishing ai danni dei titolari di conti correnti bancari

L’ultima allerta in ordine di tempo contro le truffe segnalata dalla Polizia Postale sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online - Italia” con un post riguarda una nuova campagna di phishing ai danni dei titolari di conti correnti bancari. La Polizia Postale e delle Comunicazioni fa sapere che la truffa si sviluppa in due fasi: un SMS informa il destinatario della presenza di richieste di pagamento e operazioni sospette sul conto corrente; successivamente all’invio del messaggio, un presunto operatore della banca, in altri casi un falso agente di polizia, si offre di aiutare la vittima del raggiro a mettere in sicurezza i suoi risparmi. L’utente che cade nella trappola inconsapevolmente fornisce al truffatore i suoi dati bancari comunicandoli al telefono oppure digitandoli su false piattaforme online graficamente simili ai siti ufficiali. Per accedere ai servizi di home banking utilizza solamente App e Sito ufficiale, evitando di cliccare su link ricevuti tramite SMS visualizzati in coda alle comunicazioni inviate dalla banca. In nessun caso comunicare i propri dati bancari al telefono anche se a chiederli sono operatori che si qualificano come forze dell’ordine. Si tratta di un’efficacie allerta che per Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti” può evitarci molti grattacapi. Nel caso siate comunque incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.